1. - I Concerti si terranno tutti presso la Fondazione Luciana Matalon di Milano, foro Buonaparte, 67.


-  La prenotazione è riservata ai soci di Notturno


  1. - Per informazioni circa le modalità d’ingresso e le quote associative contattare direttamente l’associazione o consultare la pagina Sostieni Notturno

Notturno, Associazione culturale musicale di Milano

via Capeceltro, 81 - 20148 Milano tel:349.6375975 - fax: 02.36565844

email: info@notturnomusica.org

sabato 12 gennaio alle ore 16:00

Vienna 1799

Fondazione Luciana Matalon, foro Buonaparte 67, Milano

Il terzo concerto di MusicaPoesia vede protagonista il Quartetto Maffei, formazione cameristica veronese che è già stata apprezzata dal pubblico di Notturno durante le edizioni precedenti; per iniziare il 2019 all’insegna della grande musica i quattro archi del Maffei ( Marco Fasoli, Filippo Neri, Giancarlo Bussola e Paola Gentilin ) presentano due importanti quartetti di Franz Joseph Haydn e Ludwig van Beethoven, insieme a Mozart i veri pilastri dello stile classico viennese.

Ulteriori dettagli nel box dedicato.

Ingresso: vedi nel riquadro apposito

Informazioni: 349.6375975

info@notturnomusica.org  

Fondazione Luciana Matalon: 02.878781/02.45470885


Il Quartetto Maffei presenta un programma estremamente classico che, a suo modo, si inserisce nella serie di concerti “a specchio” che hanno caratterizzato la prima parte della stagione MusicaPoesia 2018-2019: prima il confronto Beethoven-Rossini, poi quello Poulenc-Rota ed ora quello Haydn-Beethoven.

Il rapporto fra i due compositori in questione è certamente uno di quelli più indagati ed approfonditi, essendosi non solo conosciuti Haydn e Beethoven, ma anche frequentati con un rapporto di maestro allievo che, seppur breve, fu certo di grande importanza; si ricorda infatti la famosa frase con cui il conte Ferdinand von Waldstein si accomiatò dal giovane Beethoven che nel 1792 partiva per Vienna:

«Caro Beethoven, Ella parte finalmente per Vienna per soddisfare un desiderio a lungo vagheggiato. Il genio di Mozart è ancora in lutto e piange la morte del suo pupillo. Presso il fecondissimo Haydn ha trovato rifugio, ma non occupazione; e per mezzo suo desidererebbe incarnarsi di nuovo in qualcuno. Sia Lei a ricevere, in grazia di un lavoro ininterrotto, lo spirito di Mozart dalle mani di Haydn.»

Ancora più interessante è allora il confronto fra i due brani in programma, il Quartetto op. 76 nr. 1 pubblicato nel 1799 da Haydn, ormai sessantenne, ed il Quartetto op. 18 nr. 6 composto negli stessi anni ( da qui il titolo del concerto ! ) e poi pubblicato nel 1801 dal trentenne Beethoven.


Programma


Franz Joseph Haydn

Quartetto op. 76 n. 1

- Allegro con spirito

- Adagio sostenuto

- Minuetto. Presto

- Finale: Allegro ma non troppo

 

 

Ludwig van Beethoven

Quartetto op. 18 n. 6

- Allegro con brio

- Adagio ma non troppo

- Scherzo. Allegro

- La Malinconia. Adagio - Allegretto

"I quattro archi (Marco Fasoli e Filippo Neri, violini, Giancarlo Bussola, viola e Paola Gentilin, violoncello), hanno vissuto con profonda partecipazione ogni piccola sfumatura, trovando un equilibrio e una continuità espressiva davvero ammirevole, nonché una tavolozza di rara qualità timbrica, a dimostrazione che quando si suona in quattro si diventa come uno strumento solo".

Questa recensione di Gianni Villani coglie in pieno le peculiarità del Quartetto Maffei, nato nel 2000 – nell'attuale formazione dal 2010 – dalla volontà di tre amici veronesi dopo un trascorso di cinque anni insieme con il Quartetto Veretti - formazione con pianoforte -. La collaborazione con artisti importanti come Bruno Canino, il Quartetto di Venezia, Carlo Galante, Alberto Nosè, Igor Roma, Olaf J. Laneri, ha portato il Quartetto Maffei ad un maturità espressiva e ad una sensibilità interpretativa di altissimo livello e lo pone tra le formazioni cameristiche più interessanti di questi ultimi anni.

Questa validissima formazione è infatti stata più volte ospite di Notturno: nel 2017 insieme alla pianista Eloisa Cascio con il Quintetto di Brahms, e prima nel 2015 insieme a Luca Arnaldo Maria Colombo con il Quintetto di Shostakovich, e, prima ancora nel lontano 2013 ( quando ancora i concerti non si tenevano alla Fondazione Luciana Matalon ... ) con i quartetti di Webern, Dvorak e Shostakovich. Tutte le volte i quatto artisti che formano il Maffei, ovvero Marco Fasoli e Filippo Neri ai violini, Giancarlo Bussola alla viola e Paola Gentilin al violoncello, hanno dato vita a momenti musicali emozionanti e di grande suggestione; per questo sono stati sempre apprezzati ed applauditi dal  pubblico presente.


Prenota il concertomailto:info@notturnomusica.org?subject=Concerto%20Vienna%201799