domenica 14 ottobre alle ore 16:00

Concerto dell’Amicizia

Teatro Filodrammatici, via Filodrammatici 1, Milano.

Il Concerto dell’amicizia è un concerto di musica classica con cadenza annuale la cui prima edizione risale al 1996; è un momento di incontro per la comunità giapponese del nord Italia e un’occasione per i musicisti giapponesi che si trovano in Italia di presentarsi al pubblico. Inoltre è un’occasione di scambio culturale fra Giappone ed Italia all’insegna della musica classica. Quest’anno il concerto si terrà nel pomeriggio del 14 ottobre 2018 al Teatro Filodrammatici ( di fianco al Teatro alla Scala ). Il concerto è aperto a musicisti classici giapponesi e ad ensemble da camera ( anche misti di artisti giapponesi e non ).

Il programma messo a punto dalla Associazione Giapponese del Nord Italia con la direzione artistica di Luca A.M.Colombo è particolarmente interessante e vario, ospitando ben 15 gruppi e solisti, fra cui l’orchestra a plettro Armonie in pizzico che è stata protagonista dell’edizione 2018 del Concerto di Maggio organizzato dalla nostra associazione.


Ingresso libero fino ad esaurimento posti, è necessaria la prenotazione 

E’ possibile prenotare dal 8 al 10 ottobre scrivendo all'indirizzo email

nihonjinkai@tiscali.it

Nihonjinkai - Associazione Giapponesi del Nord Italia



G.Puccini, “Chi il bel sogno di Doretta”  da La Rondine

Mariko Iizuka, soprano

Ferruccio Amelotti, pianoforte 


G.Donizetti, “Una furtiva lagrima”

da L'elisir d'amore

Shota Tsubaki, tenore

Asako Watanabe, pianoforte  


G.Verdi, “Morrò ma prima in grazia”

da Un ballo in maschera

Saho Kobata, soprano

Tomoka Yamane, pianoforte


A.Dvorak, Dumka I, II, III

da Trio op. 90 “Dumky”  

Chiara Borghese, violino

Jacopo Gaudenzi, violoncello

Lorenzo Adamo, pianoforte


H.Kobayashi, “Karamatsu”

Ryo Kasuga, tenore

Sugiko Chinen, pianoforte


G.Charpentier, “Depuis le jour”

da Luise

Sakura To, soprano

Asako Watanabe, pianoforte


G.Donizetti, “Regnava nel silenzio”

da Lucia di Lammermoor

Chishiho Hirakawa, soprano

Sugiko Chinen, pianoforte

G.Puccini, “In quelle trine morbide”

da Manon Lescaut

Akiko Endo, soprano

Minami Mashio, pianoforte


C.W.Gluck, “Che farò senza Euridice”

da Orfeo ed Euridice

Masato Nitta, controtenore

Tomoka Yamane, pianoforte


G.Puccini, “Senza Mamma”

da Suor Angelica

Kaori Nagase, soprano

Tomoka Yamane, pianoforte


C.Debussy, “Fuochi d'artificio”

da Preludi, secondo libro

Asako Watanabe, pianoforte


P.Coggiola, Due Sonetti di Dante

  1. -De gli occhi de la mia donna si move

  2. -Volgete li occhi a veder chi mi tira

Ensemble Voyager’s

Aki Osada, soprano

Simeone Cordera, pianoforte  


G.Rossini, “A un dottor della mia sorte” da Il Barbiere di Siviglia

Yasuo Asaki, basso

Minami Mashio, pianoforte


V.Bellini, “Col sorriso d’innocenza”

da Il Pirata

Akiko Sawayama, soprano

Sugiko Chinen, pianoforte


Y.Kuwahara, “The Song of Japanese Autumn”

N.Piovani, “La Vita è bella”

Orchestra a plettro “Armonie in pizzico”

diretta da Miki Nishiyama